martedì 13 giugno 2017

Al via la 5a RASSEGNA “Leggo di notte”. Incontri con gli autori nelle piazze del centro storico di Assemini

Torna per il quinto anno consecutivo la rassegna di incontri organizzata dall'Assessorato alla Cultura nelle piazze del centro storico del Comune di Assemini. Quinta rassegna e cinque incontri con grandi autori di rilievo nazionale e internazionale., anche grazie “all’incontro” con Entula, festival letterario diffuso organizzato dall’Associazione Liberos, che per il secondo anno accompagnerà la nostra rassegna con ben tre incontri.




Si comincia lunedì 19 giugno alle ore 21 in Piazza San Pietro, con Nicola Lecca che presenta il suo ultimo romanzo I colori dopo il bianco, affresco di una Marsiglia travolgente che, con uno sguardo pieno d'amore per la vita, rende eterna l'ostinata ricerca di una ragazza desiderosa di un destino che finalmente le assomigli. 

Il destino non esiste. Non c'è.
È un'invenzione.
Il destino sei tu.
È ciò che vuoi: ciò che desideri.

Nicola Lecca (Cagliari, 1976) è uno scrittore nomade che ha abitato a lungo a Reykjavik, Visby, Barcellona, Venezia, Londra, Vienna e Innsbruck. La sua raccolta di racconti Concerti senza Orchestra (Marsilio 1999) e' stata finalista del premio Strega. All'età di ventisette anni ha ricevuto il premio Hemingway per la letteratura. Tra i suoi romanzi ricordiamo Ritratto Notturno (Marsilio 2000), Ho visto Tutto (Marsilio 2003) Hotel Borg (Mondadori 2006), Ghiacciofuoco (Marsilio 2007, scritto con Laura Pariani) e Il corpo odiato (Mondadori 2009). I suoi saggi filosofici L'amore perduto per l'attesa e Di quasi tutto non ci accorgiamo sono stati pubblicati in olandese dal Nexus Instituut di Tilburg. Le sue opere sono tradotte in quindici Paesi europei.

------------------------------------------------------------

Giovedì 6 luglio alle ore 21 in Piazza San Giovanni primo incontro del Festival itinerante Entula, in collaborazione l'Associazione Liberos. Marcello Fois presenta Del dirsi addio, noir incentrato sui sentimenti e sulla capacità di riconoscerne la voce più autentica, in cui tutti i personaggi sono partecipi di un mistero che sta ben attento a nascondere la propria soluzione fino alle battute conclusive, quando Fois cala finalmente gli assi e rivela ancora una volta la sua grande tempra di narratore universale.

Non tutte le luci fanno chiarezza. 
Nel regno dell'aria questo è un principio assodato: 
non troppo buio che sottrae, non troppa luce che moltiplica.

Marcello Fois (Nuoro 1960) vive e lavora a Bologna. Tra i tanti suoi libri ricordiamo Picta (premio Calvino 1992), Ferro Recente, Meglio morti, Dura madre, Piccole storie nere, Sheol, Memoria del vuoto (premio Super Grinzane Cavour, Volponi e Alassio 2007), Stirpe (premio Città di Vigevano e premio Frontino Montefeltro 2010), Nel tempo di mezzo (finalista al premio Campiello e al premio Strega 2012), L'importanza dei luoghi comuni (2013), Luce perfetta (premio Asti d'Appello 2016), Manuale di lettura creativa (2016), Quasi Grazia (2016) e Del dirsi addio (2017).

------------------------------------------------------------

Giovedì 3 agosto alle ore 21 in Piazza San Giovanni Pierluigi Serra presenta Athanor, pubblicazione che segue i campioni d'incasso in Sardegna Cagliari esoterica e i due volumi di Fantasmi a Cagliari. Ma se i precedenti lavori viaggiano su una cifra stilistica a cavallo fra saggistica e narrativa, Athanor è invece un vero e proprio romanzo in cui le vicende raccontate fondono la ricerca delle tracce del passato e l’immateriale.



Pierluigi Serra, giornalista e scrittore. Ha una forte passione per l’Isola, per la sua storia e le piccole storie raccontate sotto traccia. Detective storico per vocazione, in questa terza indagine sul mistero e sui misteri di Cagliari, città amata d’amore filiale. Ha pubblicato Fantasmi a Cagliari. Il ritorno delle anime (2014), Cagliari esoterica (2015), Fantasmi a Cagliari. Profumo di zolfo (2016), Athanor (2017).

------------------------------------------------------------

Giovedì 7 settembre ore 21 in Piazza San Giovanni, secondo incontro del Festival itinerante Entula, in collaborazione l'Associazione Liberos, con Milena Agus che presenta Terre promesse, romanzo che ci racconta le terre promesse di tre generazioni di una famiglia sarda. L’autrice ci porta dentro ai nostri sogni più segreti, nell’illusione-delusione della vita, con delicata maestria e sortilegio.

Quando il treno si mosse, Ester non si affacciò al finestrino per salutare quelli che erano stati tutta la sua vita fino ad allora, e quando la nave salpò da Porto Torres, non guardò la sua isola scomparire nell'acqua, né vide gli uccelli migratori volare verso la loro terra promessa, in senso contrario, a sud 

Milena Agus è nata a Genova da genitori sardi e vive a Cagliari dove insegna italiano e storia al Liceo. Autrice dei romanzi Mentre dorme il pescecane (2005), Mal di pietre (2006), Ali di babbo (2008), La contessa di ricotta (2009), Sottosopra (2012) tutti editi in Italia da Nottetempo e tradotti in più di venti lingue, Milena Agus ha ricevuto numerosi premi letterari, tra i quali il prestigioso Premio Zerilli-Marimò a New York. Nel 2014, sempre per nottetempo, ha pubblicato con Luciana Castellina, Guardati dalla mia fame.

------------------------------------------------------------

Giovedì 5 ottobre alle ore 20.30 in piazza San Giovanni si terrà l'ultimo appuntamento del Festival Entula ad Assemini e ultimo incontro di questa quinta edizione di Leggo di Notte. A chiudere la rassegna sarà Simonetta Agnello Hornby che presenta il romanzo Caffè amaro. Dai Fasci siciliani all'ascesa del fascismo, dalle leggi razziali alla Seconda guerra mondiale e agli spaventosi bombardamenti che sventrano Palermo, Simonetta Agnello Hornby insegue la sua protagonista, facendo della sua storia e delle sue scelte non convenzionali la storia di un segmento decisivo della Sicilia e dell’Italia.

Bruciava, quella mano, e anche il palmo di lei era rovente. Capirono.

Simonetta Agnello Hornby è nata e cresciuta a Palermo, ha sposato un inglese dopo aver conseguito la laurea in giurisprudenza nel 1967. Da allora ha vissuto all'estero, dapprima negli Usa e in Zambia e poi, dal 1970, a Londra. Nel 1979 ha fondato Hornby and Levy, uno studio legale, Hornby and Levy, il primo studio d’Inghilterra a creare un settore riservato ai casi di violenza all'interno della famiglia.
Simonetta Agnello Hornby ha insegnato diritto dei minori all'Università di Leicester e per otto anni è stata presidente part time dello Special Educational Needs and Disability Tribunal. Dal 2012 collabora con la Global Foundation for the Elimination of Domestic Violence, attiva in Italia attraverso l’affiliata EDV Italy.
Nel 2000 ha iniziato a scrivere romanzi e ha pubblicato con Feltrinelli La Mennulara (2002), La zia marchesa (2004), Boccamurata (2007), Vento scomposto (2009), La monaca (2010), La cucina del buon gusto (con Maria Rosario Lazzati, 2012), Il veleno dell’oleandro (2013) e Caffè amaro (2016); ha pubblicato inoltre Camera oscura (Skira, 2010), Un filo d’olio (Sellerio, 2011) e La pecora di Pasqua (con Chiara Agnello; Slow Food, 2012). Tutti i suoi libri sono stati bestseller, sono stati tradotti in tutto il mondo e hanno vinto numerosi premi. Dal 2008 Simonetta Agnello Hornby, pur continuando a esercitare l’attività di avvocato, si dedica principalmente alla scrittura. 

Per informazioni:
Biblioteca comunale Assemini

Via Cagliari 16
tel. 070 949400
fax 070 949407
biblioteca@comune.assemini.ca.it
cultura@comune.assemini.ca.it

Nessun commento:

Posta un commento